Valutazione

 

Il Consiglio di classe attribuisce ad ogni alunno, nello scrutinio finale di ciascuno degli ultimi tre anni della scuola secondaria superiore, un apposito punteggio per l’andamento degli studi, denominato credito scolastico. La somma dei punteggi ottenuti nei tre anni costituisce il credito scolastico che si aggiunge ai punteggi riportati dai candidati nelle prove d’esame scritte e orali.

 

Normativa di riferimento

Le norme di riferimento per il Credito scolastico e per il Credito formativo sono:

L.425 del 10 novembre 1997; D.P.R. 23 luglio 1998 n.323; D.M. n.49 del 24 febbraio 2000; O.M. n. 43 dell’11 aprile 2002, D.M. n.42 del 22/05/2007; DM n. 99 del 16/12/2009.

 

La tabella ministeriale per l'attribuzione del credito - Candidati interni

 
I criteri per l'attribuzione del credito massimo nella fascia corrispondente alla media dei voti riportati    

 

 N.B: Non si attribuisce in nessun caso il punteggio superiore della fascia individuata dalla media dei voti (anche in presenza di attività) nel caso di alunni promossi dopo aver avuto sospensione del giudizio.